LA PIAZZA DI SANREMO PER FAR SENTIRE LA VOCE DEL VOLONTARIATO E DELLA SOLIDARIETA': ARRIVANO I GIOVANI DEL 'FLASH MOB NAZIONALE YOUNICEF'

15.02.2011 13:34

 

Flash mob a Sanremo dei giovani volontari dell'Unicef Italia (Younicef) per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. L'iniziativa si terra' venerdi' 18 febbraio, alle 17.30, in via Matteotti nei pressi del Teatro Ariston dove si svolge il festival.  I ragazzi di Younicef - rende noto un comunicato - invaderanno le strade della cittadina ligure per l'anteprima del primo 'Flash Mob Nazionale Younicef' che si terrà a marzo in tutte le piazze d'Italia. Colonna sonora della performance saranno le canzoni del giovane cantautore Mimi' De Maio, membro di Younicef e da tempo promotore di flash mob pacifisti in Italia.  Sarà insomma l'anteprima dello sbarco su scala nazionale della 'Younicef Generation' che di qui a pochi mesi accenderà un riflettore importante sul valore di "sentirsi movimento" e sui diritti per l'infanzia.

Su http://www.youtube.com/watch?v=a8U3ix5B7Kw&feature=feedu, i ragazzi potranno già scaricare la coreografia per l'occasione spiegata da Mimi' De Maio, impararla e presentarsi il 18 nella location indicata.

Con il termine flash mob (dall'inglese flash: breve esperienza o in un lampo, e mob: folla) si indica un gruppo di persone che si riunisce all'improvviso in uno spazio pubblico, mette in pratica un'azione insolita generalmente per un breve periodo di tempo per poi successivamente disperdersi. Il raduno viene generalmente organizzato attraverso comunicazioni via internet o tramite telefoni cellulari. In molti casi, le regole dell'azione vengono illustrate ai partecipanti pochi minuti prima che l'azione abbia luogo.

In alcuni casi, i flash mob usano atti vandalici per essere notati. I partecipanti all'azione (flashmobbers o mobbers) si incontrano in un punto prestabilito per realizzare assieme un'azione corale che non ha alcun senso, se non contestualizzato in quei brevi istanti di evento. il flash mob si presenta sempre come un'azione apolitica, aconfessionale, priva di connotazioni religiose,o sociali e senza scopo di lucro; in essa viene unicamente incoraggiata la piena libertà di espressione. In alcuni casi la tecnica di organizzazione dei Flash Mob è stata ripresa anche per motivazioni pubblicitarie o politiche, ad esempio per organizzare una protesta lampo o promuovere un evento collettivo, ma non possono essere definiti Flash Mob se hanno finalità politiche; anche a Firenze si sono tenuti vari flash mob a sfondo politico come la lettura all'unisono del nono articolo della Costituzione contro la legge 133

 

—————

Indietro