PER LA PRIMA VOLTA A NAPOLI ARRIVA LA GRAN GIOSTRA DEI SEDILI. UN EVENTO RINASCIMENTALE NELLA CORNICE DI PIAZZA DEL PLEBISCITO

09.12.2014 13:03

L'iniziativa, organizzata e promossa dall' Associazione ASD Compagnia dell’Aquila Bianca, si svolgerà a Maggio 2015

Sabato 27 Dicembre ore 10.00 presso l’antisala dei Baroni del Maschio Angioino, si terrà la prima Conferenza Stampa e Promozione dell’evento che si realizzerà a Napoli per la rassegna “Maggio dei Monumenti 2015”, denominato : Gran Giostra dei Sedili di Napoli

L’Associazione ASD Compagnia dell’Aquila Bianca, già conosciuta per diversi progetti culturali in ambito Angioino Aragonese nella città di Napoli, oltre che in tutta Italia, organizza un evento Rinascimentale il 23 e 24 Maggio 2015 a Piazza del Plebiscito. Attraverso una Giostra Equestre con cavalieri rappresentanti i vari Sedili di Napoli si ritornerà indietro nel tempo alla fine del 1400 in una Napoli conosciuta in tutto il mondo per i suoi Maestri

ed Accademie di Equitazione. Cavalli, Cavalieri in Armatura, Tornei di Scherma e attendamenti militari allieteranno i due giorni di Festa. La sera grandi spettacoli di Arte Equestre Napoletana e Balli Rinascimentali.

IL PROGETTO

Quando si parla di Alta Scuola Equestre, oggi facciamo riferimento a tutte le esperienze facenti parte delle grandi Scuole Europee, come quella Spagnola, Portoghese, Austriaca e Francese. Tuttavia, soprattutto in ambito italiano, si dimentica l’origine e la provenienza di tale Arte, privilegiando tutta una serie di discipline in completa espansione che hanno sostituito la tradizione equestre italiana. Dobbiamo quindi scavare a fondo sulle fonti storiche della nostra Equitazione per approdare in maniera piu’ fiera e convinta in uno dei periodi piu’ floridi Italiani: il Regno di Napoli nel XV secolo.

Da troppo tempo dimenticata nei suoi primati, Napoli ritorna protagonista anche in questo campo. Già da epoca aragonese, la Città ospitava le migliori manifestazioni Equestri, i migliori allevamenti, i migliori Maestri. Come evidenzia de la Gueriniere nella prima metà del 1700, Napoli era il centro dell’Equitazione mondiale, in cui si  concentravano tutte le Corti al fine di imparare questa grande Arte.

L' Alta Scuola Equestre e l’ immagine che vi corrisponde occupano un posto di primo piano nella Corte Aragonese di Napoli. Già all’ epoca di Alfonso V (1416- 1458), giovani nobiluomini come i fratelli Ercole e Sigismondo d’ Este vanno a Napoli per ricevere un’educazione cortese, attratti soprattutto dal nuovo stile di quell’ arte e desiderosi di far propria l’abilità e l’’eleganza dei cavalieri aragonesi. Una cronaca anonima dell’ epoca, nel Giornale del duca di Monteleone attribuisce ad Alfonso V l’ esercito più bello e i cavalieri più eleganti del suo tempo, senza confronto con i cavalieri del resto d’ Italia.

"L’ Associazione Compagnia dell’Aquila Bianca- dichiara il responsabile Roberto Cinquegrana -  è specializzata nella Ricostruzione Storica, con particolare riferimento al XV secolo e nella realizzazione di Campi d’arme e Giostra Rinascimentali in Armatura. Dopo aver realizzato Eventi nelle maggiori piazze d’Italia, con il Comune di Napoli si è deciso di creare un progetto anche in questa splendida città protagonista e rappresentante del Rinascimento Italiano. Piazza del Plebiscito farà da cornice al progetto con una ricostruzione di un campo d’arme nei pressi del palazzo Reale".

Si realizzerà una piattaforma in terra di circa 70 metri per 30 metri opportunamente recintata e messa in sicurezza dove nell’ultimo fine settimana di Maggio, per la rassegna “Maggio dei Monumenti”, una decina di Cavalieri si sfideranno lancia in resta ed in Armatura completa rappresentando i Sedili di Napoli. I Sedili (o Seggi o Piazze) erano delle istituzioni amministrative della città di Napoli i cui rappresentanti, detti Eletti, dal XIII al XIX secolo, si riunivano nel convento di San Lorenzo per cercare di raggiungere il bene comune della Città. Erano appunto le “circoscrizioni” in cui si rappresentavano i Nobili del tempo.

“Abbiamo quindi riportato alla luce uno degli eventi piu’ aggreganti del XV secolo – prosegue Cinquegrana -  in periodo Aragonese nel pieno rispetto dei monumenti piu’ caratterizzanti della città di Napoli. Il progetto si gestirà nel sabato e nella domenica arricchito da una serie di eventi accessori molto particolari. Dobbiamo ricordare che Napoli era il centro principale nel XV secolo dell’addestramento dei Cavalli da guerra. Tutti i sovrani e signori del tempo arrivavano a Napoli per imparare tramite la nostra Accademia Cavalleresca”.

La Giostra rappresenta solo uno degli aspetti della festa in quanto  nei due giorni sono previsti:

1) Corteo Storico da Piazza del Plebiscito fino al Maschio Angioino con circa un centinaio di figuranti

vestiti storicamente. Sbandieratori, tamburini, Cavalieri a cavallo ed a piedi e nobili.

2) Matrimonio Rinascimentale al Maschio Angioino.

3) Messa solenne la domenica mattina in armi presso la Chiesa di San Francesco di Paola.

4) Spettacolo di Sbandieratori

5) Torneo di Scherma in Armatura

6) Giostra dei Sedili in Armatura

7) Spettacolo Equestre Serale di Alta Scuola Napoletana con cavalli Spagnoli e meridionali.

8) Didattica con Cavalli degli Allevamenti meridionali quali Persani, Murgesi, e Napoletani.

9) Mercato Medievale con banchini Storici

10) Gran Ballo dei Nobili Napoletani in abito Settecentesco del periodo Borbonico.

Per l’occasione saranno coinvolte tutte le Associazioni storiche locali. Obiettivo fondamentale è quello di riportare a Napoli il suo primato con la ricollocazione della Real Cavallerizza di Napoli, antica Accademia di insegnamento di Equitazione. 

 

Per info e contatti: Compagnia dell’Aquila Bianca – Via Sem Benelli 6 – Prato (PO) – Tel. 3396863150 Email: dyronconsulting@yahoo.it – www.aquilabianca.org

—————

Indietro