LA MISS ITALIA 2012 E' UNA GIOVANE DEL SUD: LA SICILIANA GIUSY BUSCEMI. POLEMICHE SUL TELEVOTO E SUL CALO DEGLI ASCOLTI

11.09.2012 14:06

E' una giovane del sud la Miss Italia 2012. Si chiama Giusy Buscemi ed una siciliana doc. Nata a Mazara del Vallo (TP), vive a Menfi ed ha 19 anni. Alta 1.75 m, ha capelli biondi ed occhi verdi. E' stata incoronata dal presidente di giuria Giuseppe Fiorello. Giusy diplomata, si sta preparando per i test di ammissione all'universita'.
Ha un fratello piu' piccolo, Antonio, di 17 anni, e nel tempo libero pratica danza. E' una ragazza molto legata alla sua famiglia e alle tradizioni. Appassionata di cinema, spera un giorno di diventare attrice.
E' la nona Miss Italia della Sicilia. Le ultime sono state: Anna Valle nel 1995, Francesca Chillemi nel 2003 e Miriam Leone nel 2008.
La concorrente aveva gia' vinto il titolo di Miss Wella Professionals 2012 e quello onorifico "Gli occhi di Enzo", pensato da Patrizia Mirigliani in onore del patron, scomparso lo scorso anno.

Come ogni anno non mancano le polemiche su uno dei format televisivi più storici della Rai. Qualche malcontento è stato espresso anche in diretta per il sistema del televoto che non ha dato un vero giudizio sulle ragazze, molte delle quali davvero belle ed escluse con grande meraviglia. Ma la polemica più grande scoppia all'indomani delle due serate su Rai Uno che hanno fatto registrare un calo di ascolti rispetto al 2011 (quasi 5 milioni i telespettatori che hanno seguito solo la finalissima).
"Il nuovo calo degli ascolti registrato da Miss Italia dimostra ancora una volta che gli italiani sono più `avanti` di come li immagina la Rai: uno spettacolo vecchio e talvolta patetico, come il circo delle ragazze in costume, interessa sempre meno". Lo dichiara in una nota la deputata di Fli, Flavia Perina, membro della commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai. "E fanno sorridere i richiami del consigliere Rai Luisa Todini all`estetica `equilibrata e sana` che sarebbe promossa dalla manifestazione. Si chieda piuttosto - sottolinea Perina - quante ragazze italiane sono infastidite dall`idea che sia la bellezza l`unica arma per aggiudicarsi una speranza di carriera".

''E' necessario valutare quali sono i risultati in termini di costi/ricavi/introiti pubblicitari del format Miss Italia. Questo aspetto lo analizzeranno la presidente ed il dg insieme al neo insediato cda confrontandolo con il passato e con le risorse a disposizione''. Lo scrive Luisa Todini, imprenditrice ed ex parlamentare Pdl, ora componente del cda Rai, in un intervento su 'A', il settimanale diretto da Maria Latella in edicola da domani.

—————

Indietro