LA BICICLETTA E' IL TRASPORTO DEL FUTURO: IL NUMERO DUE DELL'ONU JOAN CLOS PROMUOVE A NAPOLI LE PISTE CICLABILI INSIEME CON IL SINDACO DE MAGISTRIS

02.09.2012 16:11

Mamme con i passeggini, qualche calesse, famiglie stese al sole e, soprattutto, tante biciclette. Sembra la cartolina di una Napoli antica e invece, sottolinea il direttore esecutivo di UN-Habitat e numero due dell'Onu, Joan Clos, ''e' proprio questa la citta' del futuro''.
Dopo la partita di calcio che ieri ha aperto il sesto World urban forum a Napoli, oggi e' il giorno delle bici: da piazza Plebiscito al viale Dohrn e ritorno per l'Urban bike tour.

La manifestazione, ideata per la campagna 'I'm a city changer' di UN-Habitat, nasce per diffondere la cultura della mobilita' sostenibile e per il rilancio, in particolare, della bici come mezzo di trasporto.
''Oggi le citta' devono essere decongestionate dalle macchine - dice de Magistris - La bicicletta e' un mezzo di trasporto straordinario, economico, compatibile con l'ambiente e fa bene alla salute. Penso sia un messaggio importante da parte di una citta' del Sud''.
''La bicicletta in citta' non e' un trasporto del passato - dice Clos - e' il trasporto del futuro. Le citta' moderne, leader nell'innovazione, stanno introducendo nuovamente la bicicletta con spazi dedicati, sistemi liberi e proprieta' condivisa. Credo che questo faccia parte di un movimento innovatore - prosegue Clos - un'attivita' salutare, meno inquinante che difende il concetto di citta' a misura d'uomo, una sorta di reumanizzazione della citta'''.

Oggi, per il World forum, giornata dedicata agli enti locali con due incontri alla Mostra d'Oltremare. Domani, invece, si entra nel vivo. Alle 9 l'apertura ufficiale con la conferenza stampa e a seguire i primi incontri dedicati a citta', architettura e urbanistica. Alle 15.30 un convegno della Fondazione annali dell'architettura e delle citta' dal titolo 'Le direttive europee per l'efficienza energetica come leva per la rigenerazione urbana' e, sempre in giornata, alle 18, 'Il primato della pianificazione e il territorio come bene comune'.

Fonte: Ansa

—————

Indietro